Impianto di trattamento biologico
dei rifiuti per una discarica

Il progetto riguarda la realizzazione di un Impianto di trattamento biologico dei rifiuti che prevede il recupero della frazione organica biodegradabile, proveniente da raccolta differenziata, per la produzione di compost di qualità.
La veste architettonica degli edifici che contengono i diversi blocchi funzionali delle linee di trattamento biologico, è risolta componendo i singoli volumi in una struttura unitaria caratterizzata dal diverso trattamento formale delle singole parti.
L’impianto progettato prevede la costruzione di una serie di capannoni di cui uno tamponato lungo i lati con pannelli di cemento bianco con finitura superficiale colorata (edificio per il compostaggio), ed uno semiaperto su due lati (edificio per la maturazione del compost e per la raffinazione). Poiché l’area di progetto si trova in una zona fortemente ventosa si è scelto di non realizzare una struttura completamente aperta, ma di progettare un capannone con delle grandi aperture protette da reti metalliche (a maglia 2×2 cm) montate su telaio in ferro e lastre frangivento posate in diagonale.
I capannoni si compongono in una struttura unica pensata come un insieme di grandi parallelepipedi colorati di tre altezze differenti. La superficie totale impegnata dai capannoni ha una distribuzione planimetrica di superficie pari a 7.720 mq. Di fronte al blocco principale è prevista una struttura leggera realizzata con reti metalliche per edilizia per lo stoccaggio del legno e del verde.

PROGETTO

Elena Cossu e Manuela Mandelli

LOCALIZZAZIONE

Scala Erre (SS)

COMMITTENTE

Comune di Sassari

ANNO

2005

BACK
Impianto di trattamento biologico
dei rifiuti per una discarica
#Edifici per i rifiuti

Il progetto riguarda la realizzazione di un Impianto di trattamento biologico dei rifiuti che prevede il recupero della frazione organica biodegradabile, proveniente da raccolta differenziata, per la produzione di compost di qualità.
La veste architettonica degli edifici che contengono i diversi blocchi funzionali delle linee di trattamento biologico, è risolta componendo i singoli volumi in una struttura unitaria caratterizzata dal diverso trattamento formale delle singole parti.
L’impianto progettato prevede la costruzione di una serie di capannoni di cui uno tamponato lungo i lati con pannelli di cemento bianco con finitura superficiale colorata (edificio per il compostaggio), ed uno semiaperto su due lati (edificio per la maturazione del compost e per la raffinazione). Poiché l’area di progetto si trova in una zona fortemente ventosa si è scelto di non realizzare una struttura completamente aperta, ma di progettare un capannone con delle grandi aperture protette da reti metalliche (a maglia 2×2 cm) montate su telaio in ferro e lastre frangivento posate in diagonale.
I capannoni si compongono in una struttura unica pensata come un insieme di grandi parallelepipedi colorati di tre altezze differenti. La superficie totale impegnata dai capannoni ha una distribuzione planimetrica di superficie pari a 7.720 mq. Di fronte al blocco principale è prevista una struttura leggera realizzata con reti metalliche per edilizia per lo stoccaggio del legno e del verde.

PROGETTO

Elena Cossu e Manuela Mandelli

LOCALIZZAZIONE

Scala Erre (SS)

COMMITTENTE

Comune di Sassari

ANNO

2005




Loading