Riqualificazione del corpo ex
discarica di Ciliverghe (BS)

Il progetto prevede la riqualificazione funzionale, paesaggistica e ambientale dell’area, attraverso una pluralità di interventi di carattere innovativo che restituiscono al territorio e alla collettività un grande Parco fortemente connotato dal tema delle energie rinnovabili.

La rimodellazione del paesaggio si consegue grazie ad un sistema di terrazze, intercalate da un percorso a zig-zag, coltivate con colture energetiche oleaginose e lignocellulosiche. Il progetto del verde è complementare alla sistemazione morfologica dell’area e tiene conto delle inquadrature prospettiche maggiormente visibili dall’esterno, valorizzando principalmente la vista sulla discarica che si offre al passante dalla viabilità principale. Le colture energetiche che ci si propone di utilizzare sono piante che possono essere sfruttate per la produzione di energia attraverso l’utilizzo dei loro semi per ottenere biodiesel oppure per la produzione di energia termica attraverso lo sfruttamento della parte legnosa.
Sulle parti in piano dei terrazzamenti saranno predisposti dei prati di fitodepurazione coltivati con colza, girasole e soia, piante che regaleranno abbondanti fioriture per tutta la stagione primaverile ed estiva offrendo così uno scenario di grande impatto. Parte di tali colture verranno irrigate con il percolato della stessa discarica attuando così un trattamento in situ di fitodepurazione. Un impianto pilota di fitodepurazione consentirà di testare l’irrigazione con percolato delle colture energetiche, prima di intervenire in piena scala.
Per arrivare ad un risanamento ambientale completo dell’area è previsto un intervento di stabilizzazione dei rifiuti con aerazione in situ. L’aerazione della massa dei rifiuti permette infatti di intervenire sui processi di degradazione che si svolgono all’interno della discarica, allo scopo di accelerarli tramite il ripristino delle condizioni aerobiche, migliorare in tempi brevi la stabilità biologica, abbattere il potenziale inquinante del materiale accumulato
Un impianto fotovoltaico, integrato con le caratteristiche morfologiche, funzionali ed ambientali del sito, consentirà inoltre di rendere autosufficiente il parco dal punto di vista energetico. Si prevede di utilizzare l’energia solare per soddisfare parte della richiesta energetica dell’aerazione in situ per tutta la durata di esercizio dell’impianto e successivamente di utilizzare l’energia prodotta dai pannelli fotovoltaici per alimentare il parco.

PROGETTO
Studio Arcoplan in collaborazione con le Università di Padova e Brescia
COMMITTENTE
Comune di Mazzano (BS)
LOCALIZZAZIONE
Ciliverghe, Mazzano (BS)
DATI DIMENSIONALI
10 ettari
ANNO
2013

BACKNEXT
Riqualificazione del corpo ex
discarica di Ciliverghe (BS)
#Riqualificazioni ambientali e paesaggistiche

Il progetto prevede la riqualificazione funzionale, paesaggistica e ambientale dell’area, attraverso una pluralità di interventi di carattere innovativo che restituiscono al territorio e alla collettività un grande Parco fortemente connotato dal tema delle energie rinnovabili.

La rimodellazione del paesaggio si consegue grazie ad un sistema di terrazze, intercalate da un percorso a zig-zag, coltivate con colture energetiche oleaginose e lignocellulosiche. Il progetto del verde è complementare alla sistemazione morfologica dell’area e tiene conto delle inquadrature prospettiche maggiormente visibili dall’esterno, valorizzando principalmente la vista sulla discarica che si offre al passante dalla viabilità principale. Le colture energetiche che ci si propone di utilizzare sono piante che possono essere sfruttate per la produzione di energia attraverso l’utilizzo dei loro semi per ottenere biodiesel oppure per la produzione di energia termica attraverso lo sfruttamento della parte legnosa.
Sulle parti in piano dei terrazzamenti saranno predisposti dei prati di fitodepurazione coltivati con colza, girasole e soia, piante che regaleranno abbondanti fioriture per tutta la stagione primaverile ed estiva offrendo così uno scenario di grande impatto. Parte di tali colture verranno irrigate con il percolato della stessa discarica attuando così un trattamento in situ di fitodepurazione. Un impianto pilota di fitodepurazione consentirà di testare l’irrigazione con percolato delle colture energetiche, prima di intervenire in piena scala.
Per arrivare ad un risanamento ambientale completo dell’area è previsto un intervento di stabilizzazione dei rifiuti con aerazione in situ. L’aerazione della massa dei rifiuti permette infatti di intervenire sui processi di degradazione che si svolgono all’interno della discarica, allo scopo di accelerarli tramite il ripristino delle condizioni aerobiche, migliorare in tempi brevi la stabilità biologica, abbattere il potenziale inquinante del materiale accumulato
Un impianto fotovoltaico, integrato con le caratteristiche morfologiche, funzionali ed ambientali del sito, consentirà inoltre di rendere autosufficiente il parco dal punto di vista energetico. Si prevede di utilizzare l’energia solare per soddisfare parte della richiesta energetica dell’aerazione in situ per tutta la durata di esercizio dell’impianto e successivamente di utilizzare l’energia prodotta dai pannelli fotovoltaici per alimentare il parco.

PROGETTO
Studio Arcoplan in collaborazione con le Università di Padova e Brescia
COMMITTENTE
Comune di Mazzano (BS)
LOCALIZZAZIONE
Ciliverghe, Mazzano (BS)
DATI DIMENSIONALI
10 ettari
ANNO
2013




Loading